Resta in contatto

News

Cioffi: “La squadra ha lavorato molto bene in queste due settimane”

Alla vigilia del match contro il Cagliari, Gabriele Cioffi ha parlato ai microfoni di Udinese Tv

Si è appena conclusa la conferenza stampa pre partita di Cioffi. L’allenamento bianconero ha parlato sia della condizione della sua squadra sia della partita di domani contro i sardi.

Ecco le parole del tecnico bianconero:

SULLA CONDIZIONE DELLA SQUADRA. “La squadra in queste due settimane ha lavorato molto bene sia dal punto di vista tecnico-tattico che dal punto di vista fisico”.

SUL RITORNO DEI NAZIONALI. “Udogie, nonostante non abbia giocato con l’Under 21, è tornato carico e motivato. Samardzic ha fatto una partita molto dispendiosa dal punto di vista fisico contro l’Italia ,e in quella successiva contro l’Inghilterra, ha pure segnato. Ultimamente lo sto penalizzando un po’ ma credo molto in lui. Per quando riguarda Molina, l’entusiasmo, che ti porta a livello emotivo la Nazionale, supera di gran lunga il viaggio oltreoceano. Come ho già detto, preferirei avere venti nazionali”.

SU NUYTINCK. Bram è un giocatore importantissimo dentro e fuori dal campo. Quello che diciamo tutti i giorni è che non abbiamo undici titolari. Siamo un gruppo pieno di risorse e, se manca un giocatore, gioca un altro. Io non ho nessun problema.

SUL CAGLIARI. Il Cagliari è una squadra che ha ritrovato energia e vitalità fisica abbinate ad un buon equilibrio. Verranno a Udine molto agguerriti e noi sono saremo da meno. Sarà un match equilibrato”.

SULLE DIVERSE ASSENZE. Non cerco alibi per la mia squadra e non li trovo per gli altri. Sulle assenze causate dal Covid ne abbiamo già parlato abbondantemente in passato. La partita di andata ormai non conta nulla, adesso stiamo per affrontare una squadra vogliosa di fare bene e soprattutto raccogliere punti salvezza”.

APRILE DI FUOCO PER I BIANCONERI. “Intanto domani ci aspetta una prestazione importante. Un passo alla volta, dopodomani e il futuro sono ancora lontani. Noi vogliamo essere concentrati al 150%, perché il 110% non basta“. 

 

 

 

 

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News