Calcio Udinese
Sito appartenente al Network

L’Udinese soffre e rimonta, ma non ritrova il successo contro l’ex Gotti

Terzo pareggio consecutivo e quinto nelle ultime 6 giornate per l’Udinese che in casa dello Spezia dell’ex Gotti, nell’anticipo della 14a giornata di Serie A, non va oltre l’1-1.

Spezia e Udinese danno vita a un primo tempo spumeggiante e ricco di occasioni. Ad inaugurare il tutto ci pensa Nzola che al 10′ calcia addosso a Silvestri da pochi passi, non sfruttando a dovere la discesa e il cross rasoterra di Holm. Al 20′ la compagine friulana passa in vantaggio con Success, ma il gol viene annullato per il fuorigioco millimetrico del centravanti numero 7. A metà primo tempo Arslan viene graziato due volte dal doppio giallo dall’arbitro Piccinini (stesso metro di giudizio più avanti con Bourabia). I padroni di casa sbloccano la partita al 33′: Ampadu lancia dalla trequarti e pesca Reca che, dopo aver sorpreso alle spalle Pereyra, entra in area e piazza la sfera sotto l’incrocio dei pali. La squadra di Sottil fatica a reagire e rischia di subire il raddoppio in più occasioni: Ampadu, tutto solo sottoporta, colpisce la traversa, Silvestri compie un doppio miracolo e sulla successiva ripartenza l’Udinese trova il pari con Lovric che con un tocco di esterno trafigge Zoet sul cross di Success. In pieno recupero l’ultima emozione con il fondamentale intervento di Nuytinck che in scivolata nega la gioia del gol a Ekdal.

La ripresa inizia con un cambio per parte con Gotti e Sottil che rinunciano a Bourabia e Arslan (ammoniti e a rischio doppio giallo nel primo). I ritmi sono nettamente più bassi rispetto al primo tempo e a beneficiarne è lo spettacolo. Le due retroguardie riescono a prevalere sui reparti avanzati. Nuytinck devia in maniera decisiva una conclusione in diagonale di Nzola, poi lo Spezia sfiora il vantaggio al 78′ sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina ma Walace salva nei pressi della linea allontanando la minaccia. L’attacco pesante dell’Udinese, con Beto entrato al posto di Deulofeu, non riesce a dare il contributo sperato e nemmeno i giocatori di maggiore qualità riescono ad incidere o inventare la giocata che può cambiare le sorti di una partita sempre più incanalata verso il pareggio. Pereyra rischia di combinare la frittata durante un contatto con Caldara all’interno dell’area di rigore dell’Udinese a un minuto dal termine, mentre Nestorovski calcia debolmente dopo una bella combinazione con Jajalo. Al 93′ Walace centra in pieno la traversa sfiorando così di completare l’ennesima rimonta della stagione. E’ l’ultima emozione del match prima del triplice fischio del direttore di gara.

Subscribe
Notificami
guest

1 Comment
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] Ecco come i colleghi di CalcioUdinese.it raccontano il match da poco terminato […]

Articoli correlati

Analisi delle difficoltà di Isaac Success nel sistema tattico dell'Udinese e le implicazioni sul gioco...
Alla base della sofferta decisione i problemi di salute e il malore accusato durante una...
Il gol del momentaneo vantaggio contro il Cagliari dell'esterno mancino dell'Udinese resterà nella storia della...

Dal Network

E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri, 1...

Zvonimir Boban, ex “Head of Football” presso l’UEFA, ha annunciato le sue dimissioni irrevocabili dall’organizzazione,...

Calcio Udinese