Calcio Udinese
Sito appartenente al Network

Rossitto: “L’Udinese ora deve capire cosa vuole fare”

rossitto

Il doppio ex di Udinese e Napoli in intervista: “La squadra di Sottil, a cui vanno fatti i complimenti, è già salva. Ora deve puntare a un piazzamento europeo recuperando le pedine che le sono mancate in questo finale di prima parte di stagione.

211 partite giocate con l’Udinese, 53 presenze in maglia Napoli: Fabio Rossitto, ex centrocampista, doppio ex della sfida giocata sabato al “Maradona” è intervenuto ai microfoni dei colleghi del Messaggero dicedo la sua sul momento dei bianconeri.

Ecco le sue principali dichiarazioni.

SCONFITTA CON IL NAPOLI –L’Udinese ha cominciato e finito molto bene sfiorando anche per prima il vantaggio al “Maradona”. Un gol dei bianconeri avrebbe messo la partita su altri binari. Nel mezzo dei due momenti migliori dell’Udinese il Napoli ha dimostrato tutto il suo potenziale capitalizzando al massimo le occasioni create.

SUBITO ANCORA GOL PRIMA DELL’INTERVALLO –Contro il Napoli credo che sia stato casuale e più per meriti del Napoli che per demeriti dell’Udinese che come già detto poteva segnare per prima. Al rientro dagli spogliatoi poi la reazione della squadra si è vista.

DISTACCO DI 3 PUNTI DALLA ZONA CONFERENCE –L’Udinese è già salva perché il distacco dalla terzultima è abissale. Ora la squadra di Sottil deve trovarsi un obbiettivo che può essere quello europeo. Da qui a Gennaio la squadra deve capire quello che vuole essere il suo cammino. Per me Sottil ha una fame spropositata, ma anche il gruppo deve andargli dietro. Si deve ripartire dalla forza di volontà avuta nella prima parte di campionato.

SOTTIL –Ne parlavo proprio con Zaccheroni: Andrea ha alzato il baricentro della squadra con un’aggressione in avanti facendo vedere un’interpretazione che non si vedeva da anni. Sono colpito dal suo atteggiamento al suo primo anno in Serie A. Bisogna solo fargli i complimenti.

CALO E VITTORIA CHE MANCA DA OTTOBRE –Il calo può starci tra questioni fisiche, infortuni e leggero appannamento. Non bisogna scordarsi le assenze di Udogie, Becao e Makengo che sono assenze pesanti. Con tante partite ravvicinate non è facile mantenere alto il ritmo e se ti mancano anche calciatori così diventa tutto più difficile.

Subscribe
Notificami
guest

1 Comment
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Forse parte sx della classifica? Il torino e’subito dietro e le altre tutte piu’vicine.

Articoli correlati

Ecco le formazioni ufficiali di Genoa-Udinese, anticipo del sabato sera allo Stadio Luigi Ferraris di...
Le parole del nostro collega di CalcioGenoa in vista del match di stasera...
Con l'indisponibilità di capitan Roberto Pereyra i lettori di CalcioUdinese si affiderebbero a un altro...

Dal Network

E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri, 1...

Zvonimir Boban, ex “Head of Football” presso l’UEFA, ha annunciato le sue dimissioni irrevocabili dall’organizzazione,...

Calcio Udinese