Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Carnevale: “Beto? Non ne faccia una malattia se non segna”

Andrea Carnevale, ex Roma e Udinese e Napoli, è stato intervistato dal Messaggero Veneto riguardo il match di domenica

Un match intenso e pieno di emozioni, così Andrea Carnevale pronostica il match di domenica alla Dacia Arena, questo grazie alla buona forma con cui le due squadre si presentano alla partita: “Ho visto una buona Roma battere l’Atalanta. Il recupero di Smalling ha dato sicurezza alla formazione di Mourinho. Ora i giallorossi hanno un valido assetto, dietro giocano sempre a quattro e c’è più solidità”.

Il doppio ex prosegue parlando delle importanti assenze giallorosse e del maggiore pericoli per la formazione friulana: “Le assenze di Michytaryan e Kumbulla sono importanti. Poi non so se verranno utilizzati Zaniolo e Pellegrini, essendo in diffida e avendo il derby il turno successivo. Il maggior pericolo? Abraham in costante crescita e Zaniolo, se sarà della partita”.

Tuttavia Carnevale raccomanda Mourinho e i suoi giocatori di non sottovalutare l’Udinese, in gran forma in questo periodo: “La squadra di Cioffi è in grado di dire la sua. È in salute sotto tutti i punti di vista ed è stata grande protagonista nelle ultime 3 gare.  Per me questa Udinese può farcela”.

L’ex attaccante elogia i singoli della squadra bianconera: “I vari Becao, Pablo Marì e Perez sono in grado di contenere chiunque. Udogie da due turni va in gol. Molina è già a quota 4 e c’è grande entusiasmo nella squadra. E non scordiamoci della qualità di Pereyra e Deulofeu”.

“Contro la Roma sarà la gara della verità”, afferma Carnevale”.

L’ex bomber di Roma, Napoli e Udinese parla anche della situazione di Beto: “Deve stare tranquillo. Contro la Samp si era reso protagonista di una buonissima prestazione. Non ne faccia una malattia se non segna. Capita a chiunque. Io ero rimasto a digiuno per 5-6 partite nel momento migliore della mia carriera. Non mi sono perso d’animo e mi sono sbloccato come logica voleva. Succederà anche a lui. Il suo bilancio rimane molto buono: 8 gol non sono pochi, per uno straniero che si è affacciato per la prima volta al nostro campionato. Francamente non pensavo facesse così bene, continui a essere umile e a lavorare e avrà grosse soddisfazioni”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News