Resta in contatto

News

Success: “Voglio restare a Udine il più a lungo possibile. A Gino Pozzo devo tutto”

Le parole di Isaac Success rilasciate in un’intervista alla Gazzetta dello Sport

Isaac Success, attaccante nigeriano dell’Udinese, nel corso della sua carriera ha giocato in tutti e tre i club della famiglia Pozzo (gli altri sono Karnezis e Penaranda). Il centravanti classe 1996 ha raccontato alla Gazzetta dello Sport il suo rapporto con i Pozzo e ha parlato della sua avventura in bianconero.

L’APPRODO IN EUROPA.A Gino devo tutto, c’è un ottimo rapporto. Avevo appena vinto il Mondiale Under 17. Mi portò in Europa, subito al Granada, dove ho fatto una buona esperienza perché la città offriva qualcosa di bello anche oltre il calcio. Poi m ha fatto giocare in Premier League e ora mi ha fatto conoscere la Serie A, l’Italia. Non posso che ringraziarlo. Era un suo desiderio farmi arrivare all’Udinese“.

DALLA PREMIER LEAGUE ALLA SERIE A.Sicuramente la Premier oggi è il campionato più ambito. E’ stimolante. Il 90% dei calciatori vuole giocarci per l’alto livello che ha. Ma al Watford non è andata bene perché sono stato pure sfortunato. Troppi infortuni. Caviglia, tendine, problemi muscolari. Volevo misurarmi con la Serie A e volevo essere riconoscente a Gino per quel che ha fatto per me. E sono venuto a Udine“.

UDINE E L’UDINESE.Mi trovo molto bene. Sto tanto a casa e gioco alla play con l’Udinese, sempre col club in cui sono. Sono concentrato sul lavoro, spero sempre di giocare, come tutti. Ora sono a posto. Mi sono ambientato subito perché l’organizzazione è perfetta e già conoscevo dal Watford Pereyra, Deulofeu, Pussetto, Zeegelaar: mi hanno spiegato tutto. E con Zeegelaar sono amico, ci vediamo fuori per mangiare. Vogliamo piazzarci nella miglior posizione possibile. Siamo uniti e concentrati su questo. Voglio restare a Udine il più a lungo possibile. Mi sto divertendo molto“.

LA SERIE A.Un bel campionato perché l’ultima può battere la prima e ogni partita è difficile. Infatti non riesco a indicare una favorita per lo scudetto“.

SU BETO.E’ un privilegio giocarci accanto. Cerchiamo l’intesa. La squadra lavora e si spende molto per lui che è giovane ed è fantastico. Può migliorare molto“.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News