Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Cioffi: “Ce li aspettiamo cattivi, decisi ed affamati ma noi lo saremo di più”

Cioffi ha parlato ai microfoni di Udinese Tv durante la conferenza stampa alla vigilia del big match di domani contro l’Inter

Si è appena conclusa la conferenza stampa del tecnico bianconero. Cioffi ha parlato della carica di tutto il gruppo per la partita contro l’Inter.

Le parole di Cioffi.

CHE SAPORE HA QUESTA PARTITA DOPO LA GRANDE VITTORIA DI FIRENZE. “L’asticella si alza di parecchio, da una corsa ad ostacoli adesso è una gara di salto in alto. Andiamo ad affrontare la squadra che detiene il titolo, che è dal 2019 insieme. Ci arriviamo emozionati, ambizioni e mentalizzati. Emozionati perché queste sono partite che generano emozioni forti. Ci aspettiamo di giocare in una Dacia Arena piena, ambiziosi perché credo che un giocatore debba sognare sempre l’impresa e mentalizzati perché sappiamo che sarà una partita di fatica, sofferenza e sacrificio.”

CHE INTER SI ASPETTA. “Sono i campioni d’Italia. Se lo sei vuol dire che hai giocatori mentalizzati per reagire all’errore. Ce li aspettiamo cattivi, decisi, vogliosi ed affamati ma noi lo saremo di più. Per quanto riguarda le assenze, non guardo alle nostre figuriamoci se guardo quelle dell’Inter.”

COME È STATA PREPARATA LA PARTITA E LA SFIDA SULLE FASCE CON UDOGIE E MOLINA. “Abbiamo preparato la partita recuperando. E’ la quinta gara in 15 giorni e non siamo abituati a farlo ma la sfida è affrontare tutte le partite ad un livello psico-fisico alto. A livello fisico l’abbiamo preparato recuperando. A livello emotivo, non credo sia una partita che vada preparata perché ho la fortuna di allenare una squadra di ragazzi ambiziosi. Per quanto riguarda Udogie e Molina, noi abbiamo l’obiettivo di fare una partita robusta e solida, quindi sia loro ma anche Soppy e Zeegelaar avranno il compito di far parte di questa gara e leggere i momenti in cui questa cambierà.”

LA CRESCITA DELLA SQUADRA E L’INCREDIBILE MEDIA DI GOAL SEGNATI. “I numeri vanno contestualizzati e letti alla fine, ora sono numeri bugiardi perché mancano quattro partite non perché non siano frutto di un lavoro. Questo discorso si può fare dopo la partita con la Salernitana. Per quanto riguarda il lavoro, ce n’è stato tanto da parte mia e di tutto lo staff. Ho sempre riconosciuto un grande potenziale offensivo inespresso a questa squadra, ci ho creduto e ci lavoriamo tanto. La cosa più importante è che ho condiviso quello che vedevo con i ragazzi e adesso sta funzionando”.

SULLE CONDIZIONI DI PEREYRA E SULL’ASSENZA DI MAKENGO. “Il Tucu è sempre pronto. Per quanto riguarda Makengo è un peccato perché è in un momento di forma strepitoso ma sono convinto che lo sarà fino a fine stagione. E’ un valore aggiunto. Adesso valuteremo quale sarà la miglior soluzione per sostituirlo”.

LA SPINTA DELLA DACIA ARENA PIENA. “I tifosi danno una marcia in più e ci danno più responsabilità. Ho sempre detto con i ragazzi che l’obiettivo condiviso è rendere chi ci guarda orgoglioso di ciò che viene fatto in campo, al di là del risultato. Questo deve essere sempre riconosciuto e credo che sia il motivo reale per cui la Dacia Arena sarà piena. Questo ci da tanta voglia di lottare con ancora più ardore”

 

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News