Resta in contatto

News

Collavino: “Abbiamo giocatori giovani e importanti”

Le parole del dg dei bianconeri ospite a Udinese Tonight

Il direttore generale dell’Udinese, Franco Collavino, è stato ospite a Udinese Tonight. Il sito del club bianconero riporta le dichiarazioni del dirigente.

LA STAGIONE E LA DACIA ARENA.Sarebbe bello chiudere bene la stagione. Stiamo facendo un buon lavoro sul campo con i calciatori e il mister. È la conferma che i valori della squadra sono importanti, ora è importante che nel tempo si riesca a dare continuità di risultati e a cogliere delle soddisfazioni importanti. L’obiettivo di fare dei campionati importanti lo abbiamo sempre avuto anche se non è sempre facile ma speriamo di essere sulla strada giusta. Aspettavamo con ansia il ritorno della nostra gente alla Dacia Arena. Purtroppo solo nella seconda parte della stagione abbiamo ritrovato la capienza piena e meno restrizioni. Non credo sia casuale che questo sia coinciso anche con un’impennata, auspicata e prevista anche da noi addetti ai lavori, del rendimento della squadra che abbiamo sempre detto avere valori importanti per puntare alla parte sinistra della classifica. D’altronde la Dacia Arena, con la sua bellezza e il suo comfort, offre la possibilità di godersi lo spettacolo in un contesto ottimale, quando l’abbiamo pensata era proprio questo uno degli obiettivi: rendere lo stadio un fortino che supportasse anche i risultati sportivi. Siamo al primo posto nella classifica della Lega per la qualità del terreno di gioco della Dacia Arena”.

PROPRIETA’ STRANIERE E FONDI.Negli ultimi tempi sono entrate nel calcio italiano molte proprietà straniere e fondi, questo è molto interessante perché vuol dire che il calcio italiano attrae investitori stranieri. Purtroppo non è accaduto prima; magari ciò avrebbe evitato che tante società, anche metropolitane, sparissero, come accaduto del Triveneto. Noi siamo una felice controtendenza grazie alla famiglia Pozzo che garantisce continuità e ci ha permesso di avere una visione per primeggiare, non sono in Italia, ma a livello internazionale con il nostro modello di innovazione e sostenibilità”.

I GIOVANI E LO SCOUTING.Credo che abbiamo giocatori giovani e importanti. Udogie ha bruciato le tappe imponendosi subito da titolare ma anche Soppy e Samardzic hanno già fatto vedere le loro qualità e saranno fondamentali nella prossima stagione. Quando l’Udinese ha avviato il suo progetto di scouting, oltre 20 anni fa, i nostri osservatori erano tra i pochissimi a viaggiare in tutto il mondo. Poi, con l’arrivo della tecnologia e di Wyscout, tutti hanno la possibilità di avere in poco tempo i video di tutti i giocatori. Adesso, però, negli ultimi due anni abbiamo avuto la capacità e le intuizioni per tornare ad agire da Udinese e i risultati sul campo si sono visti”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News