Resta in contatto

L'angolo dell'avversario

Mandorlini: “Udinese complicato per lo Spezia”

mandorlini

L’ex tecnico delle Aquile ha presentato il match in programma domani al Friuli

Intervistato in esclusiva da CalcioSpezia.it, il doppio ex Andrea Mandorlini ha presentato Udinese-Spezia. Ecco le principali dichiarazioni.

SULLA STAGIONE. “La Serie A è un campionato difficile. Io credo che lo Spezia debba essere contento di quanto fatto anche perché, salvo disastri, la salvezza arriverà. Ed è una salvezza meritata. Inoltre c’è da dire che lo Spezia ha lanciato anche molti giovani. Per quanto riguarda l’Udinese, invece, sicuramente aveva il potenziale per fare un altro tipo di campionato ma ha comunque centrato una salvezza tranquilla. Una società così, però, meriterebbe di ambire a qualcosa di più”.

SUL MATCH DI DOMANI.“L’Udinese è una squadra molto solida e fisica, se in giornata può mettere in difficoltà chiunque. Qualche settimana fa, ad esempio, ha creato problemi all’Inter. Poi giocherà l’ultima gara davanti al suo pubblico per questa stagione quindi ci terrà a fare bene. Sarà sicuramente più importante per lo Spezia che proverà a prendere punti per salvarsi. La gara sarà complicata anche perché nelle ultime giornate le orecchie vanno anche sugli altri campi ma credo che anche in caso di risultato negativo le aquile si salveranno lo stesso”.

SULLA LOTTA SALVEZZA“Spero che lo Spezia riesca ad ottenere la salvezza ma, come detto, dovrebbe succedere qualcosa di clamoroso perché ciò non avvenga. Il Venezia è chiaramente in una posizione molto complicata ed anche il Genoa nonostante il successo con la Juventus dovrebbe fare un’impresa. Il Cagliari ha le potenzialità per salvarsi ma domenica avrà l’Inter e non sarà semplice. Vedo meglio, invece, la Salernitana che godrà di un calendario migliore, ed anche questo è un fattore chiave”.

SUL MERCATO.“Dell’Udinese sicuramente Beto. E’ un giocatore che non conoscevo ma ha un livello tale da poter giocare in un top club. Ha fatto bene anche Deulofeu e mi è piaciuto molto Samardzic. Dello Spezia, invece, ho apprezzato il collettivo. Se devo entrare nello specifico, non conoscevo Manaj che si è dimostrato un giocatore che lotta, solido e affidabile anche se non ha molti gol nei piedi. Hanno fatto bene anche Bastoni e Agudelo, quest’ultimo è un talento importante”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da L'angolo dell'avversario