Calcio Udinese
Sito appartenente al Network

Hellas-Udinese, il doppio ex De Agostini: “La bilancia pende dalla parte bianconera”

L’ex difensore giudica la pausa come molto insidiosa per la compagine friulana

A tre giorni esatti da Hellas Verona e Udinese, sfida che chiuderà l’ottava giornata del campionato di Serie A, Il Messaggero Veneto ha intervistato il doppio ex Luigi De Agostini.

PAUSA PERICOLOSA.Da ex giocatore ritengo che per l’Udinese sarebbe stato meglio affrontare il Verona sulle ali dell’entusiasmo dopo il netto successo ottenuto sull’Inter. La sosta è sempre un rebus, ma in questo caso al Verona può avere permesso di ritrovarsi, all’Udinese di avere rifinito il lavoro impostato, ma in realtà può rivelarsi più un punto interrogativo per i bianconeri che arrivano da cinque successi di fila“.

PRESUPPOSTI COMPLETAMENTE DIFFERENTI.La bilancia pende dalla parte bianconera proprio perché l’Udinese ha cominciato il campionato riprendendo il ritmo e l’andamento avuto nella seconda parte della scorsa stagione proprio con Cioffi, si sta riconfermando e quindi sa come rispondere, mentre il Verona si è molto indebolito con le partenze di Simeone, Barak e Caprari“.

SOTTIL.Si è meritato il premio di allenatore del mese perché ha trasformato l’Udinese in una squadra che adesso non è più attendista ma che aggredisce alto e non si accontenta solo di portare a casa il risultato, ma vuole vincere. Questa si chiama mentalità ed è una delle prerogative più importanti e tra le più difficile da acquisire“.

CIOFFI.Personalmente credo che Cioffi sia attualmente sia ingiudicabile e, sia per i risultati ottenuti in Friuli, sia per il mercato del club. Non credo che nell’accettare il Verona Cioffi avrebbe pensato a un ridimensionamento del genere, con alcuni dei pezzi migliori venduti al suo arrivo“.

L’UDINESE.E’ una squadra capace di esaltare tutti, perché se l’Udinese ha fatto questi risultati lo deve anche ai panchinari che sono determinanti. La rosa è ben formata e noto una fusione importante tra giocatori giovani ed esperti, quindi il complesso funziona. In una squadra ci vuole sempre qualcuno che abbia esperienza, che faccia da guida“.

PRONOSTICO.Pronostico difficile perché non si può mai sapere, il Verona poi giocherà anche per il suo allenatore, ma l’Udinese parte favorita. Sulla stagione dico che è giusto sognare l’Europa e che bisogna approfittare della situazione per cercare anche qualche titolo come la coppa Italia. Se batti squadre come Roma e Inter nessuno dorme sogni tranquilli dovendo affrontare l’Udinese“.

RICORDI DEL DERBY.Li ho giocati da ambo le parti e sono sempre state partite molto combattute. Ricordo quelli giocati con Zico, quel clamoroso cinque a tre per il Verona al Friuli, poi riscattato dal cinque a uno per l’Udinese l’anno dopo. Poi andai all’Hellas, arrivammo in Europa con Bagnoli al timone e io spiccai il volo per la Juventus e la Nazionale“.

Subscribe
Notificami
guest

1 Comment
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

🤞🤘

Articoli correlati

Sarà l'ottavo assetto tattico difensivo diverso per i friulani in diciotto gare stagionali: non il...
Il centravanti ha siglato complessivamente 7 reti nella stagione del debutto in Serie A, ma...
L'ex difensore bianconero interviene in intervista sulle pagine de Il Messaggero Veneto: "Le assenze di...

Dal Network

E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri, 1...

Zvonimir Boban, ex “Head of Football” presso l’UEFA, ha annunciato le sue dimissioni irrevocabili dall’organizzazione,...

Calcio Udinese