Calcio Udinese
Sito appartenente al Network

Penna in trasferta, Badia (CalcioHellas.it): “Cioffi ha bisogno di tempo per adattarsi”

serie a

In attesa del Monday Night tra Hellas Verona e Udinese, abbiamo fatto alcune domande al nostro collega Tommaso Badia di CalcioHellas,it sulla situazione dei gialloblù

Hellas Verona e Udinese arrivano alla sfida di lunedì sera in condizioni completamente diverse. I bianconeri cercano di conquistare la sesta vittoria consecutiva mentre i gialloblù hanno bisogno di rialzarsi dopo un inizio di campionato molto deludente. Per saperne di più riguardo alla situazione in casa dei veneti, abbiamo contattato il nostro collega Tommaso Badia di calciohellas.it. Ecco quello che ci ha raccontato.

Le sue parole. 

La sfida contro l’Udinese potrebbe essere già decisiva per Cioffi?

“Dopo che in estate il Verona è stato smembrato o quasi, credo che Cioffi goda di diversi “bonus” da giocarsi e di un po’ di tempo per amalgamare una squadra profondamente rinnovata. Bisogna sicuramente iniziare a fare punti, ma non penso che già l’Udinese possa rivelarsi decisiva”

Si hanno novità sulle condizioni di Faraoni? Sarà a disposizione lunedì sera?

“Ancora no, probabilmente se ne saprà di più dopo la conferenza stampa di Cioffi. Il ragazzo comunque scalpita, mentre i medici e lo stesso tecnico vogliono andarci molto cauti per evitare ricadute che allungherebbero ulteriormente i tempi di recupero”.

Di chi è la colpa per questa partenza a rilento da parte degli scaligeri?

“Credo vadano equamente distribuite, anche se alla fine è difficile trovare colpevoli. Certo, la società non ha aiutato l’allenatore vendendo quattro titolari e quaranta gol (in estate, oltre al difensore Casale, hanno lasciato Caprari, Barak e Simeone, ndr), ma anche aver dovuto cominciare il campionato con un mese di calciomercato davanti, con tutto quello che ne consegue a livello di incertezze, non è esattamente stato un toccasana per una società come l’Hellas che ogni anno è costretta a vendere per mantenere i conti in ordine”.

Perché secondo te Cioffi non è riuscito a fare bene come all’Udinese? È solo questione di tempo?

“Penso di sì. Il mister ha bisogno di tempo per adattarsi alla squadra e la squadra stessa ne ha bisogno per entrare nei meccanismi del nuovo allenatore. Cioffi sotto questo aspetto è stato molto intelligente: capito che il gruppo non riusciva a digerire un gioco attendista e di contropiede, ha alzato il baricentro e il pressing per “accontentare” giocatori ormai da anni abituati a questo tipo di calcio. Le differenze rispetto alla gestione di Juric e Tudor comunque ci sono, quindi un po’ di tempo gli va concesso”.

 

 

 

 

 

Subscribe
Notificami
guest

1 Comment
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Lingua biforcuta🪱

Articoli correlati

Tante però le insufficienze soprattutto per i subentrati nella ripresa: il peggiore è Isaac Success...
Giannetti sottotono non ripete le prime due prestazioni in maglia bianconera. I subentranti non apportano...
Ottima direzione di gara dell'arbitro: vede bene sui rigori richiesti da entrambe le parti e...

Dal Network

E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri, 1...

Zvonimir Boban, ex “Head of Football” presso l’UEFA, ha annunciato le sue dimissioni irrevocabili dall’organizzazione,...

Calcio Udinese