Calcio Udinese
Sito appartenente al Network

Sottil: “46 punti a due partite dalle fine: fatto ottimo campionato!”

L’allenatore dell’Udinese ospite su TV12 a Udinese Tonight: “Sicuramente si può sempre migliorare, in alcune gare potevamo fare meglio. Sono molto onorato di continuare questo percorso con l’Udinese”

Nella serata di ieri l’allenatore dell’Udinese Andrea Sottil è stato ospite di Udinese Tonight su TV12: ecco alcune delle sue principali dichiarazioni durante la trasmissione.

OTTIMO CAMPIONATO –Mancano ancora due partite e ci auguriamo di finire il meglio possibile. È la mia prima stagione in Serie A quindi, questi ragazzi, li ringrazio davvero, sono stati il mio primo gruppo e li porterò sempre nel cuore. Mi hanno dato tanto e mi hanno seguito fin dal primo giorno. Ho vissuto momenti bellissimi con grandi risultati e momenti difficili, in cui ne siamo usciti sempre insieme. Penso di aver instaurato con loro un bellissimo rapporto a livello umano. Oggi abbiamo 46 punti e due partite alla fine. Grazie ancora ai ragazzi, secondo me abbiamo fatto un ottimo campionato.”

L’IMPATTO CON LA A E L’IMPORTANZA DI RIMANERE SE STESSI – Al momento della firma, mi immaginavo un po’ come potesse essere il mio approccio e gestire un gruppo di Serie A. Di fronte ho ragazzi di spessore, giocatori con grande vissuto e quindi, in certi versi, è più semplice confrontarti con giocatori di Serie A. La serie A è di un altro livello, l’ho notato subito ma, ho anche capito, che devo rimanere sempre me stesso, come in serie C. Credibile, come penso di esserlo stato.”

DOPO LA PARTENZA SPRINT SI POTEVA FARE DI PIU’ – “Se si poteva fare di più? Sicuramente, si può sempre migliorare. È normale che, quando fai una delle migliori partenze in Serie A con l’Udinese, tutti vogliano sempre il massimo e si aspettano di continuare con quella media punti. Ovviamente, tutti noi volevamo continuare in quel modo però, il calcio ed il campionato di Serie A, è fatto di momenti. Quando sono arrivato a Udine, la Proprietà ed il Direttore mi avevano chiesto di creare una squadra con una identità ben precisa, creando una mentalità vincente, andando in campo a giocarcela con tutti. Questo credo di averlo fatto, oltre ad aver valorizzato alcuni giocatori. Io mi sento soddisfatto del lavoro svolto con questi ragazzi. Non è stato tutto perfetto, alcune partite potevamo giocarle meglio, come con il Torino ed il Bologna, ma abbiamo anche vinto con le finaliste europee. Io credo che, alla fine del campionato, ogni squadra avrà i punti che merita nell’arco di tutta la stagione.”

IL RINNOVO E IL PERCORSO DA FARE –Vorrei fare un esempio: un percorso ben fatto è un percorso quando una squadra programma, come l’Atalanta. Partendo dal basso, in sei/sette anni con Gasperini, ha migliorato anno dopo anno, acquistando giocatori specifici per il modo di giocare dell’allenatore. Ed è quello che stiamo provando di fare, avendo una Proprietà ed un Direttore competente. Hanno giudicato il mio lavoro svolto da luglio e mi hanno dato la possibilità di continuare in questa direzione, sposando la mia idea di gioco. La mia filosofia è essere sempre aggressivi ed avere una nostra identità in campo con ogni avversario. Penso che i ragazzi mi abbiano ascoltato. Ho fatto errori, abbiamo fatto errori, ma proprio da questi si cresce. Sono molto onorato di continuare questo percorso qui all’Udinese.”
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il report dell'allenamento odierno dei bianconeri ...
L'ex difensore del Cagliari è intervenuto ai microfoni del Messaggero Veneto per commentare il pari...
Mister Gabriele Cioffi li valuterà dopo la rifinitura di venerdì: al loro posto si candidano...

Dal Network

E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri, 1...

Zvonimir Boban, ex “Head of Football” presso l’UEFA, ha annunciato le sue dimissioni irrevocabili dall’organizzazione,...

Calcio Udinese