Resta in contatto

News

Mancini: “Non diamo per scontata la prima partita”

italia mancini

Il commissario tecnico della Nazionale presenta i prossimi impegni degli azzurri

Giornata di conferenza stampa per Roberto Mancini in vista della semifinale con la Macedonia del Nord di giovedì a Palermo e poi, in caso di successo, nella finale contro la vincente di Portogallo-Turchia (martedì 29 marzo, a Porto o Konya). “Il nostro obiettivo è vincere il Mondiale e per vincerlo dobbiamo vincere queste due partite”.

SU DE SCIGLIO. “Ho cercato di portare chi poteva essere più utile, non abbiamo tanto spazio per poter provare cose nuove. La base è stata quella dei giocatori venuti all’Europeo, tranne Bernardeschi che ad esempio non stava benissimo o qualcun altro rimasto fuori. Ma non ne potevo portare 40, così sono già abbastanza. Su chi non sta ancora benissimo faremo delle valutazioni”.

SU CHIELLINI. “Giorgio sta abbastanza bene, il fatto di aver giocato è positivo. Probabilmente non farà le due partite, ma ne parleremo insieme e decideremo. Leo si sta allenando, sta abbastanza bene, ma sarà valutato per la seconda partita. Una squadra per vincere deve avere una grande difesa!”.

SUGLI ALTRI. “Berardi e Scamacca stanno facendo molto bene, ma non posso dire oggi la formazione, Pellegrini lo valutiamo più come mezzala offensiva, Insigne e Barella hanno sempre fatto bene, Donnarumma è meglio averlo con noi che contro. Joao Pedro? Può fare anche la seconda punta oltre che l’esterno d’attacco”.

SULLA MACEDONIA. “Non diamo per scontata la prima partita, non sarà semplice, poi eventualmente ci saranno altri quattro giorni per preparare la seconda. Sono fiducioso perché so di avere bravi giocatori e professionisti, che hanno costruito dal nulla una vittoria all’Europeo quando nessuno ci credeva. La fiducia deve ripartire proprio da questo, da ciò che abbiamo fatto”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News