Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Silvestri: “L’Udinese ha fatto di tutto per mettermi nelle condizioni di fare il campionato che sto facendo”

Marco Silvestri è stato l’ospite della puntata di Udinese Tonight

Nella serata di lunedì 28 marzo Marco Silvestri è stato ospite della puntata di Udinese Tonight. Il sito dei bianconeri riporta le dichiarazioni dell’estremo difensore.

LA NAZIONALE.L’eliminazione della Nazionale ha fatto molto male, soprattutto perché arrivata in questo modo così inaspettato. Peccato perché il gruppo si meritava di andare al Mondiale. Però il calcio è fatto così. Io spero di poter tornare in Nazionale, quello rimane il mio sogno”.

UDINE.A Udine mi sono trovato bene da subito, l’Udinese mi ha aiutato molto a mettermi a mio agio. Ho due ottimi preparatori di altissimo livello, Brunner e Marcon. L’Udinese è stata brava mettendomi al fianco Daniele Padelli che è un ottimo portiere e anche a livello umano ci troviamo bene. Mi aiuta molto, è sempre positivo, mi sta dando tanto quest’anno. L’Udinese con me ha fatto di tutto per mettermi nelle condizioni di fare il campionato che sto facendo”.

CIOFFI.La squadra ha preso un’entità ben precisa con Cioffi e si è vista in campo. Rispetto a prima la differenza c’è stata a livello mentale, in più tanti ragazzi nuovi che non avevano mai giocato in Italia si sono ambientati. Sappiamo bene che ci aspettano mesi tosti, sappiamo che per raggiungere il prima possibile il nostro obiettivo non dobbiamo perdere contro certe squadre”.

LA PRESSIONE.Ci sono diversi tipi di pressione. Daniele mi mette pressione con gli allenamenti, lui si allena sempre al 100% e questo mi aiuta a capire che anche io devo dare sempre di più. Il secondo tipo di pressione è quella più sottobanco, è il peggiore in assoluto perché ti destabilizza psicologicamente. Daniele non è questo tipo di compagno”.

LA PRIMA PARTE DI CAMPIONATO.Nella prima parte di campionato di poteva fare sicuramente di più. L’errore con Sassuolo mi ha fatto arrabbiare molto perché Gotti non mi ha mai obbligato a giocare la palla con i piedi, mi è sempre stato detto seti senti sicuro di fare una giocata la fai. Per questo mi ha fatto arrabbiare, potevo fare mille cose diverse”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News