Resta in contatto

News

Cioffi: “L’Empoli è una squadra con principi chiari e definiti”

cioffi

Gabriele Cioffi ha parlato ai microfoni di Udinese Tv alla vigilia della partita di domani pomeriggio contro l’Empoli di Andreazzoli

Cioffi ha parlato in conferenza stampa il giorno prima della sfida contro i toscani. Il tecnico dei friulani ha parlato della situazione della sua squadra e dell’importanza di mantenere la concentrazione alta.

Le parole dell’allenatore bianconero.

SUL TIPO DI GARA CHE SI ASPETTA. “L’entusiasmo ci rende orgogliosi ma ci responsabilizza anche tanto. Abbiamo creato tanto entusiasmo intorno a noi e adesso abbiamo una grande responsabilità. Mi aspetto una gara difficilissima perché abbiamo tantissimo rispetto dell’Empoli, è una squadra che ha sempre tenuto bene il campo con delle belle idee di calcio. Una squadra che definiamo resiliente grazie anche al proprio presidente Corsi che sin dalle giovanili ha concetti ben chiari e definiti. La scelta di un grande esperto di calcio come Andreazzoli è la ciliegina sulla torta.

L’EMPOLI DAL PUNTO DI VISTA TATTICO. L’Empoli è una squadra con principi chiari e ben definiti. È una squadra dinamica che è tra le migliori in serie A nella transizione nelle due fasi”.

NEL 2022 NESSUNA SQUADRA HA SEGNATO PIÙ GOAL IN CASA DELL’UDINESE. “I numeri vanno letti ed interpretati anche sotto una componente psicologica. Io credo fermamente in un calcio offensivo e propositivo perché se non fai goal le partite non le vinci ma sappiamo che dobbiamo anche difendere bene”.

L’OBIETTIVO NEL FINALE DI STAGIONE. “Per adesso l’obiettivo rimangono i 40 punti, poi potremmo ridefinire i nostri obiettivi. Non possiamo permetterci di guardare gli altri. Adesso dobbiamo avere la testa sulla partita di domani che sarà difficilissima. Una tappa alla volta”.

SU BETO E IL SUO INFORTUNIO. “Mi dispiace moltissimo per la squadra perché perde un elemento importante. Ma sono convinto che Deulofeu, Success, Pussetto, Nestorovski e perché no Pereyra dietro la punta se ci dovesse essere necessità. Mi dispiace tantissimo per Beto perché è un ragazzo molto sensibile ma sono convinto che tornerà più affamato di prima e segnerà anche più goal. Sono certo che chi lo sostituirà farà altrettanto bene”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News