Calcio Udinese
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Marino: “Perez attualmente è un nostro giocatore”

marino

Le dichiarazioni di Marino che parla del rinnovo, di Sottil, del mercato e del Golden Boy

Dopo il prolungamento di contratto con i bianconeri Pierpaolo Marino è stato intervistato da Udinese TV. Il sito ufficiale del club riporta le dichiarazioni del dirigente.

A UDINE DA 20 ANNI.Sono qui ormai da venti anni, Udine è casa mia. Sono grato alla famiglia Pozzo per questa lunga militanza con l’Udinese perché l’anno prossimo farò l’undicesimo anno di Serie A insieme alla società. Sono contento di restare anche per la tifoseria bianconera che mi ha sempre dimostrato un calore immenso, affetto e stima che per me sono un patrimonio irrinunciabile“.

IL MERCATO.Ci sono degli allarmismi che sono però ingiustificati. Al momento potremmo andare tranquillamente in ritiro in quanto la rosa è completa. Sono andati via quattro giocatori in scadenza, ma ne sono arrivati altrettanti come Ebosele, Lovric, Abankwah, Buta. Ci sono numerose voci sui nostri giocatori, ma sono al momento solo voci. Deulofeu e Molina sono giocatori importanti e, se dovessero arrivare la proposta giusta, se ne parlerà. In merito a Udogie storicamente difficilmente l’Udinese ha venduto giocatori importanti dopo un solo anno. Pablo Marì è stata una bellissima parentesi, è un’operazione che è da considerarsi felice che ci ha permesso di completare la squadra a gennaio, ma non la vedo come un’operazione tecnicamente facile per l’Udinese. Attualmente Pèrez è un nostro giocatore in quanto qualche giorno fa abbiamo esercitato il diritto per il secondo anno di prestito e da qualche giorno l’Atletico Madrid ha la possibilità di contro riscattarlo, cosa che ancora non è avvenuta pertanto, al momento il difensore è un giocatore dell’Udinese“.

GOLDEN BOY 2022.Non dobbiamo lodarci troppo, però piace vedere il riscontro che l’inversione di politica che ci ha riportato negli ultimi anni alla che la valorizzazione di giovani e non all’acquisto di giocatori già formati, ci sta portando verso queste soddisfazioni. Sostengo comunque che sui nostri quattro giocatori non si sono affatto sbagliati, li avrei votati anche io“.

IL RITORNO DI SOTTIL.Sottil arriva a Udine dopo aver fatto una grande gavetta, tanto lavoro e sacrificio. Ha fatto tutte le categorie e le ha fatte bene quindi, non arriva qui a caso. È stata una scelta condivisa con la famiglia pozzo perché lo conoscevamo, le sue doti di leadership emergevano già da calciatore così come le sue qualità agonistiche e noi contiamo molto su queste doti che debbono abbinarsi alle doti tecniche“.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Le dichiarazioni del commissario tecnico degli "azzurrini" Bernardo Corradi...
Tattica e lavoro di finalizzazione al "Bruseschi"...
L'ex portiere sulla lotta salvezza: "Sassuolo in difficoltà, al Verona e a Baroni bisogna solo...

Altre notizie

Calcio Udinese